Vivi

L’anno solare norbellese è scandito dal ripetersi di ricorrenze, sia religiose che civili, in gran parte legate al susseguirsi delle stagioni e dunque al ciclo della natura.

A gennaio la principale festività è quella legata a Sant’Antonio Abate, noto nel territorio come Sant'Antoni ‘e su fogu, durante la quale tutta la comunità si riunisce intorno all’antichissimo rito del grande tronco d’albero (sa tuva) che brucia dal primo pomeriggio del 16 gennaio sino all’alba del 17. La ricorrenza di Sant’Antonio tradizionalmente da avvio al periodo carnevalesco che a Norbello si festeggia con due principali avvenimenti: la zippolata in piazza e la spericolata pentolaccia a cavallo che richiama tanti cavalieri da più paesi della Sardegna.

Terminato il carnevale, la comunità si prepara per l’arrivo della Santa Pasqua con i suoi riti principali rappresentati da S’Iscravamentu, il venerdì santo e S’Incontru, la domenica della Resurrezione.

Con la Pasqua arriva anche la primavera: aprile è il mese della principale sagra di Norbello,  quella di s’antunna; della festa religiosa di San Giorgio a Domusnovas Canales, mentre a maggio ricorrono due tradizionali appuntamenti, la passeggiata eco-archeologica e Su Tosurzu a S’Antiga.

A giugno si festeggia San Giovanni Battista; luglio è il mese dei santi patroni di Norbello, Giulitta e Quirico. Nel periodo delle ferie d’agosto si festeggia la Festa dell’Emigrato a Domusnovas Canales. Alla fine dell’estate i norbellesi si trasferiscono nella borgata campestre di Sant’Ignazio dove, per nove giorni, celebrano la novena in onore dell’importante frate sardo. Settembre è anche il mese di un’altra novena campestre, quella di San Giuliano a Domusnovas Canales.

A fine settembre si celebra Santa Maria della Mercede, la cui festa è accompagnata anche da una particolare manifestazione chiamata Medievalia di Sardegna, durante la quale si rievocano avvenimenti storici del periodo medievale sardo.

Con la fine delle novene settembrine si entra ufficialmente nel periodo autunnale, i cui eventi più simbolici sono S’Innenna a s’Antiga e la contemporanea Sagra de sa saba.

Il 4novembre vengono organizzate manifestazioni commemorative dell’Unità Nazionale e in onore delle Forze Armate.

Infine a dicembre, mese dedicato al Natale, viene organizzato un calendario di eventi con mercatini, nei quali trovare idee regalo artigianali e a km0, e concerti natalizi.

Con l’Epifania l’anno solare riprende l’avvio nel borgo di Norbello: in questa giornata i giovani diciottenni trasportano dalla campagna al paese sa tuva in onore di Sant’Antonio Abate, la posizionano nella piazza apposita, in attesa di essere bruciata dieci giorni dopo.

 

  • Sul Cammino di Serla

    Percorso ideato e curato dall'Associazione Culturale Castel di Sella e che si snoda tra le campagne di Norbello e della sua frazione Domusnovas Canales. Si tratta di un itinerario ad anello che racchiude al suo interno numerose e interessanti tappe

  • Itinerario Urbano Norbello

    Itinerario nel cuore di Norbello che permette di scoprire le sue chiese, le sue mostre e i suoi musei

  • Norbello - Borgata di Sant'Ignazio

    Itinerario che permette di raggiungere, a piedi o in bicicletta, la Borgata Campestre di Sant'Ignazio da Laconi, nella quale sono presenti i caratteristici muristenes e il Camping Nuraghe Ruiu